Torna al sito UYBA Volley
11/06/2018
UYBA & FRIENDS

Premessa
Il nuovo PROGETTO SPORTIVO 2018-2019 della PALLAVOLO PADERNO DUGNANO ASD di Paderno
Dugnano nasce dalla volontà di continuare un percorso che ci ha visti, negli ultimi anni, partecipi e
protagonisti della vita pallavolistica della provincia di Milano.
Il nostro sarà un PROGETTO SPORTIVO ED EDUCATIVO.
Questa premessa deve esplicitare e sottolineare che alla base dell’idea di lavoro che la Società ha
realizzato negli anni scorsi e soprattutto realizzerà nella nuova Stagione Sportiva, c’è la crescita
personale e pallavolistica delle giovani atlete di Paderno Dugnano.
L’obiettivo centrale è quello di proseguire l’accurato e proficuo lavoro di crescita del settore
giovanile che passerà, come fin d’ora è stato fatto, attraverso una programmazione di lavoro che
aiuterà non solo lo sviluppo tecnico-motorio dell’atleta ma ne contribuirà, insieme all’educazione
che ognuna riceve dalla propria famiglia, alla formazione caratteriale e personale.
Con la fine della scorsa stagione è conclusa una prima parte di programmazione che ci ha visto
protagonisti di un lavoro svolto su un gruppo di atlete. Questo gruppo ha raggiunto risultati
importanti, ma ancor di più sotto l’aspetto della formazione completa di giovani pallavoliste che
quest’anno saranno protagoniste.
Oggi non ripartiamo ma continuiamo a lavorare per le nostre giovani attraverso un mondo fantastico
e sottolineo “sano” come la pallavolo; lo facciamo riorganizzando e migliorando tutto l’assetto
societario ed in particolar modo potenziando quello tecnico che vedrà l’arrivo di nuove figure di
esperienza e spessore che programmeranno e svolgeranno il lavoro della nuova annata agonistica.

Introduzione
Accostare la parola educativo alla parola progetto significa trasfondere in questo l'idea che il
processo educativo non ha mai fine e l'uomo è sempre educabile dentro ogni età.
L'intento di questo programma è quello di aggiornare ed approfondire il riferimento scritto di quelle
idee, presupposti e valori che fino ad oggi hanno caratterizzato i fondamenti della nostra Società
Sportiva. Negli ultimi anni le figure degli allenatori, dirigenti e collaboratori che hanno fatto parte
del nostro gruppo sono state sempre guidate dagli stessi obiettivi attraverso un lavoro sempre ben
coordinato ed organizzato.

L'obiettivo
L'obiettivo principale come già precedentemente illustrato è la crescita personale e tecnica delle
giovani atlete, tramite l'insegnamento di un corretto rapporto con il proprio corpo, di acquisizioni
tecnico- tattiche ed un'educazione allo sport ed ad un sano agonismo da trasfondere sia nella pratica
sportiva che nella vita quotidiana.
Cosa vogliamo offrire attraverso la Pallavolo?
Il nostro intento è educare con lo sport. Noi vogliamo offrire alle nostre giovani atlete un'occasione
di crescita, ponendoci al fianco di genitori, insegnanti ed altri agenti educativi come figure di
riferimento, senza alcuna pretesa di sostituzione, ma in qualità di incentivo all'emersione delle
capacità individuali e sociali delle giovani stesse.
Riteniamo di importanza primaria il lavoro in rete con la famiglia, la scuola ed altre attività che
l’atleta s'impegna a portare avanti e collaboriamo affinché le stesse imparino a gestire la loro
giornata tra gli impegni quotidiani riuscendo ad organizzare il proprio tempo tra le diverse realtà a
cui partecipano.
Lo sport è un'attività che può affidare all’atleta la capacità di essere protagonista della propria vita,
in un rapporto sereno con se stessa e responsabile con gli altri.
All'interno di questo cammino si deve tenere conto di quelle attenzioni richieste dalle dinamiche
della crescita e dal contesto socio – culturale; è un cammino che deve valorizzare le potenzialità ed
offrire occasioni ed esperienze capaci di rafforzare ed alimentare la formazione delle nostre
campionesse.
Come fin qui è emerso da queste prime parole, il nostro movimento pallavolistico si concentra
soprattutto sul Volley Femminile, interessando le giovani donne del nostro territorio, senza però
abbandonare, come è stato fatto in passato, anche i piccoli ometti appassionati alla pallavolo.
Da quest’anno la società, tra i vari obiettivi di crescita, sta lavorando anche nel visionare giovani
atlete presenti nei territori limitrofi con attitudini tecnico-fisiche interessanti e di prospettiva, utili,
attraverso il lavoro svolto in Società, al rafforzamento del nostro movimento pallavolistico ed al
raggiungimento di sempre più proficui obiettivi.
Oggi i settori giovanili sono la linfa vitale di ogni Società Sportiva; questo aspetto si è evidenziato
ancor di più in questo momento economico poco favorevole dove tutte le Società, anche quelle di
Serie A, hanno scoperto l’importanza di avere giovani atlete pronte a far parte delle prime squadre
di club.

Noi abbiamo lavorato in questi anni dandoci come obiettivo principale la formazione di giocatrici di
pallavolo; oggi possiamo dire di aver raggiunto questo obiettivo vantando all’interno della nostra
Società circa 120 atlete di cui la maggior parte giovanissime, classe ’97-’98-’99-’00-’01-’02-’03-’04-
’05-’06-’07-‘08, che nelle ultime due stagioni hanno partecipato a campionati di 1° e 2° divisione,
oltre ai campionati giovanili U12, U13, U14, U16, U18, U20, ritagliandosi e meritandosi, significativi
risultati.
Senza dimenticare i corsi di Primovolley e Minivolley per le atlete nate negli anni 2009, 2010 e 2011.

Il mezzo
La PALLAVOLO, sport di squadra, è il nostro mezzo.
Lo sport, quello di squadra in particolare, è una delle forme più efficaci di socializzazione; ciascun
individuo ha il proprio modo di giocare, il proprio ruolo ed è al servizio degli altri; ogni atleta si situa
in rapporto agli altri ed il proprio valore personale è amplificato dalla squadra (collettivo). Da qui
consegue il desiderio di superamento personale, una sorta di inquietudine positiva e dinamica, per
perfezionarsi personalmente ed essere un elemento attivo del gruppo e, d'altra parte, servire al
meglio il gruppo al quale appartiene.

Il metodo
Il metodo da noi utilizzato è l'approccio didattico - educativo non direttivo, rivolto alla persona nella
sua globalità piuttosto che alle sue sole caratteristiche motorie.
Uno dei punti fermi che hanno contraddistinto il nostro lavoro è stato il favorire la formazione in
ogni atleta dell’aspetto disciplinare; come ben sapete ogni ambito della nostra vita possiede delle
regole ben precise che, come nel caso della pallavolo, contribuiscono non solo alla crescita’
personale ma anche al saper convivere in maniera rispettosa in gruppi di più persone.
Alla base di questa ultima considerazione vi è la consapevolezza che allenare tecnicamente un’atleta
ed ottenere dalla stessa impegno e risultati dipende tantissimo dalla formazione dell’aspetto
disciplinare che contribuisce a rendere l’atleta un elemento stabile in un meccanismo composto da
tanti elementi.
Per noi insegnare lo sport non è solo allenare ed allenare non significa addestrare .... !!!!

Purtroppo non basta frequentare un corso per essere educatore e siamo consapevoli che la
formazione degli allenatori - educatori sia un percorso lungo e complesso.
Allenare oggi significa aggiornarsi di continuo e soprattutto tenere sempre viva la voglia di
confrontarsi con tutti per crescere.
Di conseguenza, riteniamo basilare che il lavoro delicato di educatore- allenatore non può essere
affidato a qualcuno che abbia il semplice "pallino" della pallavolo.

Il progetto educativo
Educare e formare un’atleta non può prescindere da un quesito primario che é:
Che tipo di atleta vogliamo formare?
Attraverso la pallavolo, con il nostro impegno, vogliamo formare atlete:
 Rispettose delle regole
 Responsabili di se stesse
 Con caratteristiche personali rafforzate, che le qualifichino
 Fiduciose nelle proprie capacità
 Capaci di stare in relazione con altri e di scoprire la ricchezza dello stare insieme
 Felici di collaborare con gli altri
 Curiose della vita
 Consapevoli dei propri limiti e desiderose di superarli con impegno e passione
 Generose e capaci di accoglienza
 Appassionate e con tanta tanta voglia di vincere
Per raggiungere tutto ciò abbiamo bisogno di capire, per programmare il nostro lavoro, soprattutto
in funzione dei bambini che si avvicinano per la prima volta allo sport, cosa ricercano gli stessi nello
sport?"
I ragazzi, dai più piccoli ai più grandi, ricercano se stessi in un ambito dove poter crescere e scoprirsi
nelle proprie qualità e nei propri limiti. Hanno bisogno di una conferma della loro persona e se ciò
avviene in un ambito dove non è dovuta e non è d'obbligo, è più gradita.
La ricerca di amicizia e di un gruppo è positiva e rende sicuri e più forti, rispondendo al bisogno di
appartenenza; l'amicizia pone spesso in secondo piano l'interesse per lo sport, per cui si fa sport per
stare insieme, per divertirsi e giocare. Ciò non significa che questo venga svolto senza interesse e

serietà, ma semplicemente che attraverso la pallavolo, seriamente praticata, si scoprono rinnovati
valori e forti legami di squadra che sollevano dall'affrontare da soli vicende emotive o tensioni
personali extra - sportive.
È utile riconoscere il ruolo della cosiddetta "valvola di sfogo" per la voglia di competere e di misurarsi
divertendosi, incanalando l'aggressività e la frustrazione dell'età. Spesso lo sport rappresenta
quell'occasione in più quando un individuo si trova a disagio in altri ambiti della propria vita (scuola,
famiglia etc.): in questo caso la pallavolo serve a controbilanciare il senso di fallimento o di
impotenza sperimentato in altre situazioni e facilita l'auto-realizzazione.
Il bisogno di sentirsi parte di un gruppo rinforza il senso di appartenenza alla squadra, che diviene il
luogo in cui trovare un posto, svolgere la propria funzione, potersi rapportare con altri, essere
stimolato ad assumersi la proprie responsabilità. L'importante è che tale appartenenza non si
trasformi in rigidità e formalità; non significa ricoprire il solo ruolo dell'atleta e del giocatore, ma
porsi in relazione ed in gioco come persona.
Il rapporto dei giovani e delle giovani con il proprio corpo è un aspetto importante della crescita;
attraverso lo sport, le amicizie, il senso di appartenenza rinforzato spesso all'interno dello
spogliatoio si lavora per trasmettere un'equilibrata cultura del fisico. Gli allenatori e le compagne di
squadra in questo rappresentano importanti riferimenti e possibilità di confronto reale e veritiero.
Noi siamo qui per far capire l’importanza dello sport soprattutto nella fase di crescita fisica e
mentale dei giovani. Vogliamo trasmettere la nostra passione e condividere tutti i momenti di uno
sport “SANO” come la PALLAVOLO.
Per questi motivi intendiamo creare tutte le situazioni utili al raggiungimento di questi obiettivi
costituendo per chi si avvicina a Noi:
 Un ambiente "abitabile" in cui ogni atleta si trovi a proprio agio;
 Un clima "familiare" che permette l'instaurare di legami profondi;
 Capacità di "sognare in grande" andando al di là delle cose -immediate e desiderando sempre
qualcosa di meglio;
 Capacità di osservare ed evidenziare ogni risorsa personale, -scoprendo attitudini nascoste;
 Mediazione tra sogni e realtà, ma lavorando al superamento dei propri limiti.
 In ultimo, l’acquisizione di una mentalità sportiva vincente con obiettivi sempre più grandi
ed importanti.

Come realizzare il progetto?
La realizzazione del Progetto avviene attraverso l’organizzazione e la programmazione del lavoro
passando per il coinvolgimento dell’intero contesto societario.
Una Società sportiva può collocare la propria attività in un qualunque punto tra due estremi che
sono: l'agonismo puro ed il semplice avviamento sportivo.
Una società sportiva che si possa definire "completa", ed a cui noi tendiamo, deve riuscire a far
convivere in maniera costruttiva entrambi gli aspetti appena menzionati esaltandone la
complementarità e riducendone le divergenze.
Vogliamo che il nostro settore giovanile abbia obiettivi, organizzazione e competenze con significati
valori educativi e di crescita personale – umana; questi finalizzati all'età, affiancati alla pratica
tecnica di educazione motoria soprattutto per le piccolissime atlete che si avvicinano per la prima
volta al nostro movimento sportivo; nel nostro settore "agonistico", con le ragazze più grandi e già
formate, gli obiettivi di crescita tecnico - tattica e di risultato sono maggiormente evidenziati e la
parte di crescita umana si delinea nell'educazione all'agonismo puro.
La società va anche intesa come momento di organizzazione e coordinamento delle risorse deve
essere una struttura funzionale ed efficiente che deve porsi come obiettivo lo sviluppo dei seguenti
punti:

 Professionalità delle persone che collaborano -organizzazione interna
 Impegno e serietà (senso di appartenenza alla società)
 Apertura al confronto con altre società od associazioni (ricerca di miglioramento)

La nostra struttura societaria comprenderà una parte “visibile" composta da una parte dello staff
dirigenziale che curerà l’aspetto sportivo legato alla logistica e alla gestione delle strutture e delle
attrezzature, nonché agli spostamenti e dall’intero Staff Tecnico diviso per gruppi e fasce di età ma
completamente unito da programmi di lavoro specifico e forte collaborazione; un’altra parte
“invisibile”, ma di eguale importanza, curerà l’aspetto organizzativo ed amministrativo.
Gli sponsor, i genitori ed i tifosi saranno una linfa vitale per noi utile a svolgere in maniera sempre
più proficua il nostro lavoro.

Conclusioni
Il nostro è e sarà un progetto di crescita e miglioramento del nostro movimento pallavolistico che
intende far vivere a lungo lo sport e la pallavolo nel nostro territorio favorendo anche la
valorizzazione della la nostra realtà non solo in ambito Provinciale ma anche in ambito Regionale.

Un ringraziamento a chi già crede in noi ed a chi avrà fiducia nel nostro lavoro.

LEGGI TUTTO QUI

Torna alla pagina precedente